lunedì 25 marzo 2013

Recensione: "Il bacio dell'ombra" di Richelle Mead

Terzo capitolo della saga bestseller internazionale "Vampire Academy", "Il bacio dell'ombra" (Shadow kiss) di Richelle Mead. Dei primi due trovate le mie recensioni qui: "L'accademia dei vampiri" e "Morsi di ghiaccio".

Titolo: Il bacio dell'ombra
Titolo originale: Shadow Kiss (Vampire Academy #3)
Autore: Richelle Mead
Casa editrice: Rizzoli
Pagine: 558
Prezzo: 18,00€


Trama
L’ultimo anno all’Accademia dei Vampiri non è facile per Rose.
Dopo aver combattuto contro i terribili Strigoi e aver visto morire il suo amico Mason non è più la stessa. Ha strane visioni, oscure premonizioni. Ma non vuole parlarne con Lissa, la sua migliore amica, e non può confidarsi neppure con Dimitri, l’allenatore che ama in segreto.
Quando infine il cerchio del male si stringe attorno all’Accademia, Rose si trova a dover scegliere tra proteggere l’amica e salvare il suo amore…



La mia recensione
ATTENZIONE: POTREBBE CONTENERE SPOILER


La vita all'interno dell'Accademia St. Vladimir si fa sempre più dura per Rose ed i suoi amici.
Li abbiamo lasciati alla fine del secondo libro con la triste morte di Mason, amico di Rose il quale era innamorato della giovane dhampir e che per cercare di proteggerla ha messo a repentaglio la sua vita rimanendone ucciso per mano di uno degli Strigoi.
Rose non si da pace per la sua morte, e si colpevolizza per tutto l'accaduto.
Dopo alcune settimane dal tragico incidente inizia ad avere strane visioni di fantasmi: non sa se è la pazzia ad averla raggiunta o se quelle apparizioni siano reali. Il suo amico Mason è il primo a farle visita sotto forma di un immagine traslucida biancastra con l'espressione di tristezza stampata in faccia.
E quando Rose lascia il campus per recarsi al processo contro Victor Dashkov alla Corte reale le apparizioni diventano più insistenti e numerose: non vede solo Mason, bensì tutte le persone morte molte delle quali erano sue conoscenze. Apparizioni dolorose per Rose non solo dal punto di vista emotivo, ma anche fisico.
Non parlano, ma con la loro tristezza e i loro gesti le fanno capire che il male sta arrivando e sarà sempre più vicino.

Questo libro è il più oscuro ed il più triste letto finora. Ma anche il più bello.
Se da una parte abbiamo l'amore tra Rose e Dimitri che si fa sempre più forte, dall'altro abbiamo l'oscurità che pian piano avvolge la giovane dhampir.
A causa del legame che intercorre tra Rose e la sua amica Lissa, tutta l'oscurità provocata dall'uso della magia di Lissa, la quale non riesce a farne a meno, si trasferisce in Rose donandole irascibilità e voglia di uccidere.
«[...]L'oscurità della sua aura si è trasferita da lei a te. Cioè, avevo già notato una grossa differenza nelle vostre aure, ma questa volta l'ho visto succedere. È come se la macchia di tenebra fosse saltata dalla sua aura nella tua.»
Dimitri sarà colui che persevererà nel tentativo di far tornare la vecchia Rose, dal momento che non si da pace all'idea di perderla tanto è innamorato.

Personaggi nuovi in questo libro non ce ne sono.
Abbiamo il piacere però di vedere rafforzati legami personali che mai avremo pensato sarebbero stati possibili.
Il Moroi Christian Ozera, fidanzato di Lissa, non è mai andato d'accordo con Rose ma al momento del bisogno lo vediamo tirar fuori tutta la sua grinta ed il suo potere e metterli a disposizione della giovane dhampir. La magia del fuoco infatti, cui è in possesso Christian, può uccidere gli Strigoi.
«Abbiamo appena sconfitto due Strigoi» disse, indicando il corpo impalato e quello bruciato.
Incontrai il suo sguardo e compresi l'enorme portata di quello che stava dicendo. Io potevo percepire gli Strigoi. Lui poteva usare il fuoco contro di loro. Io li potevo impalare. A patto di non incontrarne una decina tutti assieme, eravamo in grado di mietere vittime. 
Una Rose ad un passo dal diploma ed essere a tutti gli effetti un guardiano, ma sopraffatta dagli eventi dovrà prendere decisioni difficili e molto sofferte.
Un libro appassionante, che ci regala momenti di ansia pura a terrore per la sorte dei protagonisti.
Alcuni sprazzi di gioia e spensieratezza anche, ma per lo più tristezza e lacrime quando si arriva all'ultima pagina.
Una saga che, a differenza di quello pensato alla fine del primo libro, non avrei mai pensato potesse essere così intensa.

Il mio voto

2 commenti:

  1. La fine di questo libro spezza il cuore y___y
    Sono felice che alla fine ti abbia appassionato così tanto :P te l'avevo detto LOL
    Anche Promessa di sangue è molto bello :D

    RispondiElimina
  2. Ciao Elisa! Innanzi tutto, il libro dev'essere veramente bello!
    Poi.. ti abbiamo premiata=)
    http://lenostreparolerev.blogspot.it/2013/03/premio-liebster-awards.html

    RispondiElimina