mercoledì 10 aprile 2013

Recensione: "Gabriel's Inferno - Tentazione e castigo" di Sylvain Reynard

Buongiorno a tutti miei lettori! Oggi vi propongo la recensione di un libro che mi ha tenuta sveglia per gran parte di due notti. Non ci sono molte parole per presentarlo, dico solo "Gabriel's Inferno".

Titolo: Gabriel's Inferno - Tentazione e castigo
Titolo originale: Gabriel's Inferno (Gabriel's Inferno #1)
Autore: Sylvain Reynard
Casa editrice: Nord
Pagine: 568
Prezzo: 15,90€


Trama
Gabriel e Julia sono due anime inquiete. Per lui, qualsiasi trasgressione è lecita, qualsiasi donna è una preda. Tuttavia niente è in grado di placare i demoni del suo passato e la felicità è un sogno irrealizzabile. Perché quella del professore universitario di successo - un'indiscussa autorità negli studi danteschi - è solo una maschera dietro la quale si nasconde uno spirito tormentato. Come Dante, anche Gabriel è circondato da una selva di ricordi e di peccati inconfessabili. Per Julia, la vita è sempre stata una strada in salita, segnata dalla perdita delle persone che amava e da una relazione sbagliata. Eppure adesso lei ha l'occasione di ricominciare da capo e di dedicarsi allo studio di Dante sotto la guida del celebre - e temuto -professor Gabriel Emerson. E il loro incontro cambierà tutto. Negli occhi di quell'uomo, profondi e pericolosi come il mare in tempesta, Julia percepisce una disperata richiesta d'aiuto. Negli occhi di quella studentessa, luminosi e puri come quelli di un angelo, Gabriel intravede una promessa di redenzione. Ma lei sarà in grado di guidarlo lungo la "diritta via"? E lui riuscirà a dominare il proprio lato oscuro per abbandonarsi tra le braccia della sua Beatrice?

Su questo sito trovate la playlist delle canzoni citate nel libro.
Mentre in ques'altro link trovate un'intervista all'autore.

La mia recensione

Non ci sono parole per presentare o descrivere questo romanzo se non leggerlo.
Di una tale intensità da far piangere gli occhi e batter forte il cuore.

Gabriel Emerson è uno stimato e rinomato professore 33enne della Toronto University specializzato in Dante. Julia Mitchell è una ragazza 23enne che si ritrova a frequentare il suo corso dopo aver rifiutato la grande opportunità dell'ammissione ad Harvard.
Quando si incontrano per la prima volta in quell'aula del suo seminario, al professore scatta qualcosa dentro che non sa spiegarsi. Quel volto gli sembra familiare ma al contempo non riesce a ricordare dove l'abbia già visto. Nella sua mente si fanno strada vari pensieri, confusi, e il comportamento bizzarro che Julia gli riserva di certo non lo aiuta a far chiarezza.
Un attimo di smarrimento e la visione che gli si profila dettagliatamente davanti agli occhi lo porta allo sconforto. Perchè i due si erano conosciuti già sei anni prima, ma lui per tutto questo tempo non se ne è ricordato: giustificava quell'incontro come una illusione dovuta ai fumi dell'alcol.
Da quel momento in poi, le strade di Julia e Gabriel, incontratesi, cammineranno parallele le une alle altre.

Se pensate a questo libro come l'ennesimo cinquanta sfumature vi sbagliate di grosso. Se vi aspettate solo scene la cui unica ambientazione è un letto allora rimarrete decisamente delusi.
Perchè questo libro è tutt'altro che questo.
L'amore descritto all'interno è l'amor cortese, come quello di Dante per Beatrice a cui spesso l'autore fa riferimento.
In esso vi sono tutti i temi di questa concezione letteraria: l'adulazione che Gabriel ha per Julia è altissima. Lui la venera, come Dante venerava la sua Beatrice. La guarda e crede che sia un angelo mandato da Dio per aiutarlo a risalire dalle fiamme dell'inferno nel quale lui era caduto, come nella Divina Commedia; una guida che lo assista a ritrovare la strada per uscire dalla selva oscura.
Con la sua pelle diafana, Gabriel definisce la sua "Julianne" come "un angelo dagli occhi scuri" il cui solo e unico amore può salvarlo.
Dopo essersi reso conto che lei esiste davvero, le si aggrappa per tentare di redimersi dai suoi peccati rischiando di violare la clausola contrattuale che prevede la non fraternizzazione tra professori e studenti.

A tratti, la venerazione di Gabriel per Julia la fa apparire come una Madonna a tutti gli effetti: casta e pura quale essa è, dall'animo gentile e dal cuore buono e caritatevole sempre pronto a perdonare.
Lei è una ragazza che in passato ha sofferto molto, reduce da una famiglia spezzata e da un rapporto con esito traumatico che l'ha ferita; si rifugia in Canada per ricominciare la sua vita studiando quel Dante al quale molti anni prima si era appassionata dopo che qualcuno gliene aveva parlato.
La felicità alla quale ha sempre agognato le si ripresenta davanti, ma è sfuggevole. E si accorge che molte cose da allora sono cambiate. Apparentemente.

Questo romanzo è un mix di gioia e dolore, sentimenti che ti ritrovi a provare tu stesso lettore mentre scorri le pagine. La storia è ben definita poichè, grazie alla terza voce che è quella narrante, ci vengono dati sia i pensieri di Gabriel sia quelli di Julia: e così ci ritroviamo a sapere quello che entrambi provano, diversamente da un romanzo nel quale solo uno dei protagonisti racconta la storia dal proprio punto di vista.
Non manca l'ilarità durante la quale ti ritrovi a sorridere, come nel battibecco insorto tra Julia e Gabriel durante la sua unica lezione fuori programma nella quale si discuteva del rapporto tra Dante e Beatrice, qualcosa che tra l'altro non aveva nulla a che vedere con le due figure letterarie.

Mentre leggevo questo libro le parole rotolavano sotto i miei occhi, e molto spesso mi ritrovavo a saltare qualche riga per vedere come andava a finire il discorso da tanta impazienza e avidità di sapere avevo, per poi tornare indietro e leggere con tutta calma e - molto spesso un paio di volte - tutta la scena.
Molti, moltissimi i dialoghi in questo romanzo, un continuo parlare. Le descrizioni dettagliate mi hanno profilato le scene e gli ambienti in modo definito davanti agli occhi, come se io stessa mi trovassi all'interno della storia a partecipare come spettatrice.

Un romanzo intenso, dove i baci sono gli unici atti "erotici" che vi troviamo, e la cui descrizione essa stessa è opera d'arte. Righe su righe di come un casto bacio può emozionare.
E ti rendi conto che l'amore vero, quello gentile e rispettoso, non richiede altro se non la visione della propria amata felice.

Scritta da un uomo, è una storia pura e semplice che fa commuovere in misura straordinaria, a dispetto di tutte le E.L.James e Sylvia Day di questo mondo.
Ce ne fossero di uomini così!
L'amor cortese ai giorni nostri.

Il mio voto

14 commenti:

  1. Io ce l'ho lì in attesa, ma credo che dopo la tua recensione risalirà parecchio l'ordine di lettura ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh si... ti conviene metterlo tra i primi posti! Dopo averlo letto non te ne staccherai più :)

      Elimina
  2. Contrariamente alle mie abitudini, quale divoratrice di libri, questo l'ho letto in tre giorni. Ho volutamente rallentato la lettura perchè come giustamente dici tu, è pieno di dialoghi, di un'intensità pazzesca, che ti spinge a rileggere la scena, per riassaporarla. Mi è entrato così tanto dentro che spesso anche quando sto facendo un'altra cosa, ci penso, non so se riesci a capirmi, ma ho la sensazione di averlo "vissuto". Fantastico!!!! Pensa che mi ci sono dovuti due giorni per riuscire ad avvinarmi ad un'altro libro, non riuscivo a seguire la storia.
    Questo libro crea proprio dipendenza, penso che soccomberò e lo rileggerò. Anche perchè se va tutto bene se ne parla a fine maggio per il secondo, da quello che ho letto.
    Bellissimo, non ci sono altre parole............... posso aggiungere altre tre stelline alle tue?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    2. Non sai quanto sono felice di leggere il tuo commento! Io ho provato le stesse sensazioni, e mi sa che anche io lo rileggerò.
      Se resti connessa con questo blog a breve ho intenzione di organizzare un gruppo di lettura su questo libro. Mi sto attrezzando :)
      E per le altre stelline, si.. altre 3 direi che sono meritate! ;)

      Elimina
  3. Ecco...non volevo metterlo in WL ma adesso ci finisce per forza ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono felice di aver contribuito alla tua scelta. vedrai, non te ne pentirai ;)

      Elimina
  4. Non posso essere più che d'accordo! Questo libro è qualcosa di... più. Fa battere il cuore con descrizioni emozionanti e fa sognare ad occhi aperti.
    Non vedo l'ora di avere tra le mani Gabriel's Rapture! ^-^

    RispondiElimina
  5. Mi hai emozionato tantissimo con questa recensione *.* Davvero complimenti Elisa! Non pensavo fosse un libro di questo tipo, così profondo, perché la copertina e il titolo sono un pò fuorvianti, quindi grazie per avercene parlato ^-^

    RispondiElimina
  6. io appena letta la trama mi sono detta di comprarlo appena possibile tanto più che a detta di elisa è diverso da cinquanta sfumature.....elisabetta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Elisa finalmente il libro che cercavo di leggere da tempo. Anche i come tutte voi lo trovo semplicemente ADORABILE non ci sono altre parole per definirlo...come posso fare parte del vostro gruppo?? le tue analisi mi piacciono da morire.un bacio enrica

      Elimina
    2. se hai un account google puoi seguire il blog cliccando su "unisciti a questo sito" nel gadget della colonna a destra. oppure puoi seguirci sulla pagina fb.
      E per il gruppo di lettura, http://elisaswonderlandofbooks.blogspot.it/2013/04/gruppo-di-lettura-gabriels-inferno_12.html basta solo che commenti insieme a noi. :) mi fa piacere che sei dei nostri.
      Un bacio.

      Elimina
  7. ok contaciiiii io lo devo iniziare ..ma qualche pagina l'ho gias letta..il mio account è solo su face ma ci tengo e commenterò compatibilmente con i miei impegni... GABRIEL E JULIA SONO I FUTURODELLA NARRATIVA ELEGANTE E SENSUALE. hanno tracciato un nuovo stile quello dell'amore cortese che non è solo sesso sesso meccanico come in 50 sfumature e riflessi di te che ho amato ma che non hanno niente e che fare con l'eleganza e la raffintezza di gabriel's inferno a mio avviso . baci enri

    RispondiElimina
  8. Bello un amore cosi dolce e profondo. ...xké di uomini cosi non ci sono anche nella realtà? non vedo l'ora ke esca il 2 e il 3...attendiamo con iimpazienza

    RispondiElimina